Evade dai domiciliari e si presenta al Pronto Soccorso per ‘giustificarsi’, arrestato 47enne di Galatina

Per un 47enne di Galatina “intollerante” agli arresti domiciliari si sono aperte le porte del Carcere di Lecce. Era stato denunciato 3 volte per evasione

Si trovava agli arresti domiciliari da marzo, quando aveva ferito un agente del Commissariato di Galatina durante un controllo, ma stare in casa non deve essere stato facile per Cosimo Damiano Viti, 47enne di Galatina visto che, per tre volte, è stato denunciato per evasione.

La compagna aveva provato ad avvertirlo della visita dei poliziotti della volante e lui, per giustificare la sua assenza, si era presentato al Pronto Soccorso dell’Ospedale, fingendo ogni volta malesseri non meglio definiti. Tentativi che sono stati vani. Nei giorni scorsi, infatti, gli agenti del Commissariato locale lo hanno arrestato, così come scritto nel provvedimento di aggravamento disposto dall’Ufficio di Sorveglianza del Tribunale di Lecce, che ha sospeso gli arresti domiciliati con la traduzione in carcere.

Per il 47enne, che si è dimostrato intollerante agli arresti domiciliari tanto da far scattare l’ordinanza di sospensione cautelativa delle misure alternative con conseguente carcerazione, si sono aperte le porte di Borgo San Nicola. Dovrà scontare la pena residua di 1 anno e 8 mesi di reclusione.



In questo articolo: