Trovati con la droga durante il controllo, due giovani finiscono nei guai

Due giovani sono finiti nei guai dopo che i Carabinieri li hanno sorpresi con la droga. Un episodio è avvenuto a Lecce, l’altro a Calimera.

Due episodi diversi – uno avvenuto a Calimera, l’altro a Lecce – ma stesso epilogo per i due protagonisti: arresto in flagranza di reato e domiciliari, una volta concluse le formalità di rito. Ma per capire, bisogna andare con ordine.

Le lancette dell’orologio avevano da poco segnato le 22.00 del 20 luglio, quando i Carabinieri della stazione di Calimera hanno stretto le manette ai polsi di Gianfranco Bruno,  28enne residente a Castri.

I guai per il giovane sono cominciati quando è stato fermato dagli uomini in divisa mentre si trovava al volante della sua Fiat Punto. Cosa abbia insospettito i militari è impossibile saperlo, ma il 28enne è stato trovato in possesso di 122 grammi di marijuana, 23,70 di cocaina. E, se non bastasse, anche due bilancini di precisione e 20 euro in contanti. Tutto sequestrato.

Non è stato ‘solo’. Anche il passeggero, un ragazzo che si trovava con lui nell’auto, è stato segnalato alla Prefettura per uso non terapeutico di sostanze stupefacenti. È stato sorpreso, infatti, con un grammo di marijuana. Il 28enne, una volta concluse le formalità di rito, come detto, è finito agli arresti domiciliari.

A Lecce

Stessa sorte è toccata a Cosimo Roppi, 36enne di Lecce trovato, durante la perquisizione personale e domiciliare dei Carabinieri del Norm, con 7,1 grammi di cocaina, il materiale necessario per il confezionamento delle dosi e circa 140 euro in contanti, probabile profitto dello spaccio di stupefacenti.

Tutto finito, anche in questo caso, sotto sequestro. Il 36enne, una volta concluse le formalità di rito, è stato riaccompagnato a casa, dove dovrà rimanere ai domiciliari a disposizione dell’Autorità giudiziaria, informata dell’accaduto.



In questo articolo: