Ospitano nelle case vacanza un numero di persone superiore a quello consentito. Nei guai due persone

È scattata una maxi sanzione e uno di loro è stato anche denunciato per non aver comunicato alla Questura il nominativo degli ospiti.

auto-polizia-113

Gli agenti del Commissariato di Polizia di Stato di Gallipoli, diretti dal Vicequestore Monica Sammani, nei giorni scorsi hanno effettuato una serie di controlli amministrativi finalizzati a verificare il rispetto delle regole in materia di alloggi turistici e strutture ricettive in generale.

A seguito delle verifiche su quattro case-vacanze, i poliziotti della squadra amministrativa hanno verificato che in tutti appartamenti presenti in zona Baia Verde, erano alloggiate più persone rispetto al numero massimo consentito dalla dimensione della superficie.

La normativa

Secondo quanto prescritto dalla normativa vigente, a esempio, in un appartamento di circa 56 metri quadrati non possono abitare più di quattro persone. Nel caso riscontrato dagli uomini del Commissariato, ne sono state riscontrate complessivamente addirittura 9 in più.

Maxi sanzione e una denuncia

Per questo motivo, i due titolari delle abitazioni adibite a case-vacanze, sono stati sanzionati per una somma complessiva di 3.150 euro. Inoltre, uno dei due è stato anche denunciato per non aver comunicato le generalità degli “ospiti” alla Questura.

Sempre durante i controlli, gli agenti hanno individuato in zona Baia Verde un’area camper abusiva, perché il titolare, che aveva realizzato una vera e propria attività ricettiva, era sprovvisto delle autorizzazioni specifiche e, per questo motivo, è stato sanzionato per un importo complessivo di oltre 2.600 euro.



In questo articolo: