Coronavirus, la polizia locale di Nardò in strada per il rispetto delle regole. Il bilancio dei controlli

Primo bilancio dei controlli della Polizia Locale di Nardò: elevate 5 denunce penali e una sanzione amministrativa. In corso verifiche per altri 31 casi

«La prima regola da rispettare è indubbiamente quella del buon senso. Poi ovviamente qualcuno pensa di poter fare il furbo o semplicemente pecca di superficialità, allora è inevitabile che la Polizia Locale proceda con controlli ed eventualmente sanzioni. Qui c’è in ballo la salute di tutti e l’emergenza potrà finire solo se ognuno di noi farà il proprio dovere di cittadino intelligente. I nostri agenti devono e dovranno essere inflessibili con chi esce da casa senza alcun motivo valido».

Con queste parole l’assessore alla Polizia Locale di Nardò, Bernaddetta Marini ha commentato il primo bilancio dei controlli degli uomini della municipale che hanno acceso i riflettori sul territorio per ‘beccare’ chi non rispetta le “liminazioni” contenute nel Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri per fermare e frenare la diffusione del Coronavirus.

La regola valida per tutti è quella di restare a casa, ma sono ancora tante, tantissime le persone pizzicate in giro senza un valido motivo. Basta guardare i numeri per accorgersi che c’è una fetta di ‘furbetti’ che rischia di vanificare gli sforzi fatti da chi non esce, se non per necessità.

745 controlli

A Nardò, dal 19 marzo a oggi, gli agenti del comandante Cosimo Tarantino hanno effettuato 745 controlli, elevato cinque denunce penali (relative al regime in vigore prima del decreto-legge n. 19 del 25 marzo) e una sanzione amministrativa. Per altri 31 casi sono in corso adeguate verifiche.

La Polizia Locale, in due settimane, ha rivolto l’attenzione soprattutto a limiti e restrizioni che riguardano la mobilità e a quelli che riguardano pubblici esercizi e attività commerciali. Un’attività che, anche grazie all’apporto di dieci nuove unità in organico, proseguirà ovviamente sino al termine della fase di emergenza.



In questo articolo: