Appiccano il fuoco ad alberi nel parco di Melissano, denunciati in tre. Due sono minori

Il provvedimento a opera dei Carabinieri della Stazione locale al termine delle indagini. Le fiamme sono state domate dai residenti. A Parabita arrestata un persona per evasione.

Nella mattinata di oggi a Melissano, a seguito di un’attività  info-investigativa, i militari della Stazione locale dei Carabinieri hanno deferito in stato di libertà, C.C.C. 19enne di origini rumene, ma residente a Melissano, e due minorenni, sempre del comune del Sud Salento, che adesso dovranno difendersi dall’accusa di “danneggiamento in concorso seguito da incendio

I fatti

Nello specifico, gli accertamenti e le dichiarazioni testimoniali hanno consentito di appurare che i tre, la notte dell’1 agosto, intorno all’una circa, in via Sicilia, all’interno del parco comunale “Sanaloja”, con ogni probabilità grazie all’utilizzo di liquido infiammabile, hanno appiccato le fiamme a un albero di pino secolare e a due piante di oleandro.

L’incendio è stato domato dai residenti delle abitazioni limitrofe e hanno provocato il parziale danneggiamento della vegetazione.

Un aggravamento della misura a Parabita

Nella giornata di ieri, Parabita, invece, i Carabinieri della Stazione del luogo, hanno dato esecuzione a un’ordinanza di aggravamento della misura cautelare, emessa dal Giudice per le indagini preliminari del Tribunale Lecce.

In particolare i militari hanno tratto in arresto per reato di “evasione” Eros Scorrano, 55enne del posto, già agli arresti domiciliari.

Il provvedimento scaturisce a seguito della comunicazione all’Autorità Giudiziaria, da parte degli uomini dell’Arma, circa la violazione da parte dell’uomo alle prescrizioni imposte. In particolare, il 55enne, il 12 luglio scorso, alle ore 17:30 circa, è stato scoperto fuori dalla propria abitazione.

L’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato tradotto presso la Casa Circondariale di “Borgo San Nicola” a Lecce.



In questo articolo: