Dà fuoco alla sua pineta e aggredisce forestali e Vigili del fuoco, nei guai 51enne di Melendugno

Le forze dell’ordine si sono recate sul luogo dell’incendio, ma ad accoglierli c’era il proprietario che li ha aggrediti verbalmente e fisicamente

carabinieri-forestali

Si rifiuta di collaborare e aggredisce le forze dell’ordine intervenute nella marina di Torre dell’Orso, a Melendugno. Protagonista della singolare vicenda è T.S., queste le sue iniziali, 51enne residente a Borgagne, che si è reso responsabile di una duplice aggressione contro i Carabinieri forestali di Otranto e i Vigili del Fuoco di Lecce.

I fatti

Lo scorso 21 marzo gli uomini in divisa si sono recati nella campagna di proprietà dell’uomo per effettuare un controllo sull’incendio di materiale vegetale che divampava sul terreno.

Una volta arrivati, i militari hanno trovato il proprietario che, alla richiesta di fornire le sue generalità, ha risposto bruscamente e in modo minaccioso. Ma non si è fermato alle aggressioni verbali. Non contento, avrebbe iniziato ad aggredire fisicamente i carabinieri, mettendogli le mani addosso per cercare di spingerli fuori dalla sua proprietà.

L’aggressione, come detto, è stata duplice. Un privato, preoccupato dal fumo dell’incendio, chiamato i Vigili del fuoco del capoluogo salentino che, una volta arrivati sul posto della segnalazone, si sono dovuti scontrare con il 51enne, esattamente come i colleghi avevano fatto poco prima, impedendo l’intervento di pubblica necessità.

L’uomo è stato deferito in stato di libertà e dovrà rispondere delle sue azioni.