Insulta i carabineri che si erano fermati accanto alla sua auto con il cofano aperto: nei guai 51enne

L’uomo, noto per un precedente ritiro della patente, avrebbe minacciato e insultato i Carabinieri che l’hanno trovato presso un’auto a cofano aperto.

Ha investito con parole poco carine i Carabinieri, colpevoli di essersi accostati all’auto a cofano aperto vicino a cui si trovava l’uomo, volto ‘conosciuto’. La maleducazione, alla fine, è costata ad un 51enne, F.N. le sue iniziali, che ora dovrà difendersi dalle accuse di «minaccia e oltraggio a pubblico ufficiale». L’uomo residente a Patù, infatti, avrebbe rivolto insulti e minacce agli uomini della stazione di Castrignano del Capo.

I fatti

I militari in divisa, durante il giro di perlustrazione del 28 gennaio, trovano l’uomo in via Borgo Nereto vicino ad un’auto con il cofano aperto. Ad attirare l’attenzione dei Carabinieri è stato il volto dell’uomo, a cui era stata ritirata la patente.

L’uomo avrebbe quindi rivolto i suoi insulti ai pubblici ufficiali, guadagnandosi una denuncia per minaccia e oltraggio a pubblico ufficiale. Le indagini si sono concluse con il deferimento in stato di libertà del patuense per i due reati.



In questo articolo: