Fuochi d’artificio in Piazzetta Santa Chiara, il video diventa virale e due 21enni finiscono nei guai

Due 21enni di Lecce che hanno sparato fuochi d’artificio in piazzetta Santa Chiara sono finiti nei guai. Sono stati identificati grazie ai video girati quella sera

Sono sempre più frequenti le segnalazioni che riguardano la bellissima Piazzetta Santa Chiara, uno dei luoghi più belli del centro storico leccese ed anche una delle location predilette dalla movida.

Tanti i cittadini, soprattutto residenti, ma non solo, che denunciano urla, schiamazzi, spaccio di stupefacenti, comportamenti alterati dovuti ad uno stato di ubriachezza molesta. Per non parlare poi degli sporcaccioni, che proprio in quei luoghi magici, lasciano tappeti di bottiglie e di matreriale in plastica che sfregiano la bellezza del posto.

La Polizia già da qualche tempo sta monitorando l’area per favorire il ripristino delle legalità, anche sotto il profilo amministrativo.

Ma mai era accaduto che addirittura, oltre alla serie di comportamenti illegali che abbiamo citato, si arrivasse a considerare Piazzetta Santa Chiara come luogo di accensione pericolosa di materiale esplodente. Eppure sembra quasi usuale che, soprattutto in prossimità dei fine settimana, vengano sparati fuochi d’artificio in violazione della normativa posta a garanzia della tutela dell’incolumità fisica.

Uno di questi episodi, avvenuto alcuni mesi fa, è stato immortalato dalle immagini girate col cellulare da alcuni cittadini che si trovavano nella piazza. E quelle immagini sono diventate virali, fino ad arrivare nelle mani di alcuni agenti della Sezione Volanti che hanno immediatamente identificato i due giovani leccesi. Si tratta di due 21enni che si lasciarono riprendere da un capannello di persone mentre scherzosamente innescavano alcuni fuochi d’artificio.

I due erano volti noti, erano già stati controllati insieme dagli agenti delle Volanti recentemente anche indagati in quanto autori di una rissa.



In questo articolo: