Furto in un bar. I due responsabili arrestati, processati e condannati nel giro di poche ore

Il tutto è accaduto in meno di ventiquattro ore. Un esempio di buon funzionamento della macchina della giustizia, anche in tempi di pandemia.

Vengono arrestati per il furto in un bar, processati e condannati. Il tutto è accaduto in meno di ventiquattro ore. Un esempio di buon funzionamento della macchina della giustizia, anche in tempi di pandemia.
Tornando ai fatti, accaduti nella nottata appena trascorsa, i carabinieri della stazione di Lizzanello hanno tratto in arresto C.L., 38 anni ed M.P., 41enne, entrambi del posto. I due sono stati ristretti ai domiciliari come disposto dal pubblico ministero Francesca Miglietta.

In mattina, dinanzi al giudice monocratico Fabrizio Malagnino, si è svolto il processo per direttissima. Il giudice ha convalidato l’arresto e confermato la misura dei domiciliari per C.L. ed M.P.. Il primo si è avvalso della facoltà di non rispondere, mentre il secondo ha confessato il furto.

C.L ed M.P., assistiti dall’avvocato Fulvio Pedone, hanno poi patteggiato la pena rispettivamente a 2 anni e 2 mesi ed a 2 anni e 4 mesi di reclusione.

Rispondevano dei reati di furto in abitazione e violazione di domicilio.

I fatti

Secondo l’accusa, i due si sarebbero prima introdotti in un’abitazione nel centro di Lizzanello, forzando la serratura. E dopo essere saliti sul terrazzo, avevano fatto ingresso all’interno di un bar, anche in questo caso, forzando la porta d’ingresso. A quel punto, si erano impossessati della macchinetta cambia soldi contenente circa 1.000 euro, dopo averla divelta dal punto in cui era installata. Non solo, poiché si erano impossessati anche di 100 euro, prendendoli dalla cassa del bar.

Grazie alla segnalazione del sistema Gps della macchinetta, i carabinieri, con la collaborazione dei colleghi della compagnia di Lecce, sono risaliti agli autori del furto. I militari si sono recati presso l’abitazione di C.L.. All’arrivo dei carabinieri M.P. ( presente inizialmente in casa) si era allontanato, ma era stato rintracciato poco distante. Intorno alle 7.00, i due erano stati arrestati e condotti ai domiciliari.



In questo articolo: