Rubano un Mac da un B&B, nei guai due diciassettenni di Lecce

Sarebbero due diciassettenni gli autori del furto di un Mac, all’interno un B&B. I fatti risalgono allo scorso 3 marzo.

Una bravata forse per avere il computer all’ultimo grido o per fare qualche soldo facile. Ipotesi, perché è impossibile conoscere il movente che ha spinto due minori residenti a Lecce a rubare un computer da un B&B. Comunque sia non l’hanno fatta franca.

I Carabinieri della Norm della Compagnia di Lecce, insieme alle forze dell’ordine del Comando Provinciale e di Santa Rosa hanno deferito in stato di libertà i due ragazzini diciassettenni a conclusione delle indagini che hanno fatto luce sui fatti avvenuti più di due settimane fa.

Il furto

Risale alla mattina del 3 marzo l’accaduto, quando il gestore del B&B si è recato alla stazione di Santa Rosa per sporgere denuncia contro ignoti. Stanto al suo racconto, qualcuno si era introdotto nella struttura forzando il portone d’ingresso durante la notte tra il 2 e il 3 marzo. L’obiettivo sarebbe stato quello di portarsi a casa il computer all’ultima moda, un Mac installato alla reception. Purtroppo per il gestore, il danno subito non era coperto da assicurazione.

Gli uomini in divisa hanno messo in moto la macchina delle indagini che hanno condotto ai due ragazzini, ancora minorenni.

Scoperto l’autore di un tentato furto

Anonimato durato poco anche per l’autore di un tentato furto nell’abitazione di una pensionata, a Monteroni di Lecce. Gli uomini in divisa che hanno svolto le indagini sono certi che sia P.G.L.(queste le sue iniziali), 48enne di Lizzanello, il topo d’appartamento.

L’episodio risale allo scorso 8 marzo, quando l’uomo si sarebbe introdotto in  casa della donna, fortunatamente quando non c’era nessuno. Non solo il colpo non andò a buon fine, ma al ladro è stato presentato comunque il conto tant’è che è stato deferito in stato di libertà.