Fiamme nel parco Punta Pizzo, scoppia l’incendio sul litorale ionico. Tante le polemiche

Non sono ancora chiare le dinamiche del rogo che in questo momento sta devastando l’area protetta poco a sud di Gallipoli.

Sono momenti infuocati nel basso Salento, dove proprio in questi minuti il Parco Naturale regionale Isola di Sant’Andrea – Punta Pizzo è devastato dalle fiamme. L’incendio è scoppiato nelle ore più calde della giornata e sicuramente le temperature estive hanno contribuito ad alimentare le fiamme. 

Le dinamiche dell’incendio

Non si sa ancora nulla su come sia cominciato il rogo che in questo momento sta devastando l’area protetta del litorale ionico. Non sono dunque chiare le dinamiche dell’incendio, né si ha ancora una rima precisa dei danni. Ma una cosa è certa: il costo ambientale da pagare è molto salato. 

A darne notizia è stato il consigliere comunale di Gallipoli Sandro Quintana che in un post su Facebook che denuncia una “vigilanza nel Parco pari a zero”. E monta la polemica.

“Un parco abbandonato a se stesso”, continua il consigliere, “senza futuro, programmazione e vigilanza in preda a speculazioni di ogni genere. Tempo fa chiesi di usufruire delle Guardie ecologiche volontarie formatesi in Provincia anni fa e mai utilizzate da questo Ente”. 

“Fino a quando assisteremo assisteremo a questo scempio? E fino a quando l’utilizzo dei fondi regionali verrà sperperato per pagare figure inesistenti, messe lì ad occupare caselle per accordi politici?”.



In questo articolo: