Incidente sulla Leverano-Copertino, ragazzo in bici investito da auto pirata. E’ grave

L’auto nell’impatto ha perso la targa. Il conducente si è presentato presso il Comando dell’Arma, assumendosi la responsabilità dell’accaduto ed è stato condotto ai domiciliari

Gravissimo incidente sulla Leverano – Copertino. Ad avere la peggio un ragazzo di 17 anni (T. D. A., queste le iniziali del suo nome) che viaggiava in bicicletta ed era di ritorno a casa, proprio all’ingresso di Leverano. Il giovane è stato investito mentre era a bordo del mezzo a due ruote. Tremendo l’impatto che ha letteralmente distrutto la bici ed ha sbalzato il giovane sul ciglio della strada. L’auto, tuttavia, invece di fermarsi e prestare soccorso attivando immediatamente la macchina dei soccorsi è fuggita via, lasciando il 17enne a terra privo di sensi.

Solo il successivo arrivo di un passante, più tardi, che si è accorto del ragazzo riverso per terra,  al ciglio della strada, ha consentito la chiamata dei mezzi di soccorso.

Il 17enne è stato subito trasportato dai mezzi del 118 al Vito Fazzi di Lecce in codice rosso, dove versa in gravi condizioni.

L’auto pirata nell’impatto con la bicicletta ha perso la targa.

Sul posto, insieme ai sanitari , anche i Carabinieri della Compagnia di Campi Salentina che dalla targa del mezzo sono risaliti al conducente, E.O.C, 47enne di San a Pietro in Lama che, poco dopo, si è presentato presso il Comando dell’Arma, insieme al proprio legale, assumendosi la responsabilità dell’accaduto.

L’uomo è stato arrestato e al termine delle formalità di rito, come disposto dal pm Luigi Mastroniani, è stato condotto presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari, con le accuse di lesioni colpose gravi e omissione di soccorso.



In questo articolo: