Ignora l’alt dei Carabinieri e parte l’inseguimento in auto e a piedi, nei guai 53enne di Lecce

L’uomo, una volta preso ed identificato, è stato trovato senza patente e assicurazione auto ed in possesso di uno spinello e hashish.

È stato un inseguimento all’ultimo respiro, prima in auto e poi a piedi. Ma non ce l’ha fatta a sfuggire alle forze dell’ordine un uomo, residente a Lecce, che ora dovrà rispondere dei reati di resistenza a pubblico ufficiale e rifiuto dell’accertamento di sostanze stupefacenti. Il 53enne, infatti, dopo aver ignorato l’alt dei Carabinieri di Lecce, si è dato alla fuga ed è stato, poi, trovato in possesso di hashish, rifiutando di sottoporsi ai controlli.

Parte l’inseguimento

Durante la normale attività di controllo dei Carabinieri del Norm di Lecce, nel weekend, non tutti gli alt dei militari sono stati rispettati. Alla guida della propria autovettura, un uomo, che certamente aveva qualcosa da nascondere, ha deciso di ignorare lo stop dei militari e di darsi alla fuga. Gli uomini in divisa, quindi, si sono lanciati all’inseguimento del fuggitivo che, preso dalla foga di fuggire, ha effettuato non poche manovre pericolose per la pubblica circolazione.

Ad un certo punto il fuggitivo deve essersi reso conto che in macchina non avrebbe avuto scampo e ha quindi deciso di cambiare strategia. Sceso dall’auto, ha tentato la fuga a piedi, nella speranza di farla franca. Ma così non è stato: i militari, infatti, sono riusciti a prendere il fuggitivo.

Una volta identificato, P. G. (queste le sue iniziali), già noto alle forze dell’ordine, non aveva né patente di guida, già revocata, né copertura assicurativa sull’auto. Dopo la perquisizione personale e del veicolo, i militari hanno trovato un altro motivo che aveva spinto l’uomo alla fuga: uno spinello artigianale contenente hashish ed un involucro di cellophane con 0,2 grammi della stessa sostanza stupefacente all’interno. Invitato a sottoporsi al controllo di verifica per l’uso di sostanze stupefacenti, il fuggitivo si è rifiutato.

L’uomo è stato deferito dagli uomini della Norm di Lecce per i reati di resistenza a pubblico ufficiale e rifiuto dell’accertamento sull’uso di sostanze stupefacenti.



In questo articolo: