Si sente ‘giustiziere’ e insegue per strada il ladro impugnando la pistola. Denunciato dalla Polizia

Hanno vissuto attimi di panico gli esercenti e i cittadini che domenica mattina presso il Centrum di Lecce hanno visto l’inseguimento – pistola in pugno – tra la vittima di un furto e il ladro

Gli è valsa una denuncia da parte della Polizia di Stato il tentativo maldestro di farsi giustizia da solo. Guai in vista, dunque, per un 74enne che domenica mattina ha seminato il panico tra i cittadini e gli esercenti della Galleria Commerciale Centrum, in Viale dello Stadio a Lecce, brandendo una pistola nell’inseguimento del ladro che si era introdotto nel suo appartamento per sottrarre 20euro dal portafogli della figlia dopo averle rubato anche l’iphone.

Ma veniamo ai fatti. Intorno alle 11:30, al 113 sono pervenute numerose chiamate che segnalavano un uomo a torso nudo che impugnava una pistola e che si aggirava tra i corridoi della galleria. Sul posto sono immediatamente giunti poliziotti e carabinieri che venivano subito indirizzati verso un condominio nelle vicinanze dove trovavano l’uomo visibilmente agitato e con una pistola tipo revolver Smith e Wesson scarica ancora in mano.

Gli agenti hanno subito chiesto conto dell’accaduto e l’uomo ha immeditamente raccontato l’episodio che lo aveva visto protagonista. Poco prima aveva, infatti, notato un ladro all’interno del soggiorno del suo appartamento, introdottosi forzando la tapparella, che aveva sottratto la somma di 20,00 euro, custodita nel portafogli della figlia e anche l’iphone della giovane. A quel punto, notato il malfattore fuggire sempre attraverso la stessa finestra, aveva deciso di inseguirlo, non prima di avere afferrato, dal cassetto del comodino in cui era riposta, la pistola e aggirandosi nei pressi del Centrum all’inseguimento del malfattore.

L’attività investigativa effettuata dalla Polizia Scientifica ha permesso di verificare come reale il racconto dell’uomo, individuando l’autore del reato in una persona di sesso maschile intorno ai 40 anni.

Tuttavia la verifica relativa al possesso, da parte della persona che ha subito il furto, di un titolo di polizia che lo autorizzasse a detenere la pistola, ha fatto emergere come il Questore di Lecce lo avesse sì autorizzato al porto di arma ma solo per uso sportivo, cosa che non consente di utilizzare la pistola per finalità diverse e, meno che mai, per difesa personale.

Gli Agenti della Sezione Volanti hanno inoltre verificato come il 74enne conservasse l’arma in maniera inidonea ad assicurarne la corretta custodia. Pertanto, dopo una perquisizione l’uomo veniva indagato in stato di libertà.
La pistola ed i 50 proiettili sono stati sottoposti a sequestro probatorio.



In questo articolo: