Minaccia di morte il padre per denaro, ma un vicino chiama i Carabinieri. Un 28enne finisce ai domiciliari

Un 28enne è finito ai domiciliari con l’accusa di maltrattamenti in famiglia. Per ottenere somme di denaro dal padre lo ha aggredito arrivando anche a minacciarlo di morte.

Ha aggredito il padre, lo ha minacciato di morte al solo scopo di ottenere denaro, ma i maltrattamenti che si stavano consumando all’interno di una abitazione di Melendugno hanno allarmato un vicino di casa che, forse temendo che quella discussione così animata prendesse una piega drammatica, ha chiesto aiuto ai Carabinieri. Così i militari della stazione locale si sono ritrovati in casa di un 28enne, arrestato in flagranza di reato per maltrattamenti in famiglia.

Come detto, allo scopo di ottenere delle somme di denaro dal padre, lo aggrediva, minacciandolo ripetutamente di morte. Fortunatamente è stato bloccato dagli uomini in divisa che si sono precipitati nell’abitazione della vittima seguendo la segnalazione del vicino.

Una volta concluse le formalità di rito, il 28enne è stato riaccompagnato presso la sua abitazione dove dovrà restare agli arresti domiciliari così come disposto dall’Autorità Giudiziaria, informata dell’accaduto dai Carabinieri della stazione di Melendugno.



In questo articolo: