Colto da un malore mentre si trova in barca, muore pescatore gallipolino

Dramma a Lido San Giovanni. Un pescatore gallipolino è stato ritrovato privo di vita nella sua barca. Inutili, purtroppo, i soccorsi.

Non c’è stato nulla da fare per Luigi Brunetti, un pescatore gallipolino di 59 anni, probabilmente stroncato da un malore mentre si trovava a bordo della sua barca, un piccolo gozzo di circa 5 metri.

I fatti

Difficile raccontare cosa sia accaduto nello specchio d’acqua tra Lido San Giovanni e Baia Verde. L’uomo deve essere stato colto, all’improvviso, da un malore mentre da solo girovagava lungo il litorale a bordo della sua barca. Sembra non abbia avuto neanche il tempo di chiedere aiuto o di chiamare i soccorsi.

È stato lo skipper di un’imbarcazione a vela a lanciare l’allarme. Le lancette dell’orologio avevano da poco segnato le 15.00 quando è giunta una segnalazione al numero di emergenze della Capitaneria di Porto. Sul posto si è precipitata una motovedetta che ha notato la barca che ‘ruotava’ su se stessa. All’interno l’uomo, apparentemente privo di sensi. In realtà, si era consumato un dramma. Nonostante le tecniche di rianimazione messe in atto, per il pescatore non c’era più nulla da fare.

La salma è stata accompagnata sulla terraferma dagli uomini in divisa e affidata ai sanitari del 118 che hanno constatato il decesso dovuto, si ipotizza, ad un arresto cardiaco. Sul posto anche le forze dell’Ordine per cercare di ricostruire l’accaduto.



In questo articolo: