Docce, tavoli e divanetti per i clienti: tutti abusivi. Sequestra una struttura commerciale

Abusivismo edilizio e occupazione abusiva nell’Area Marina Protetta di Porto Cesareo: la Guardia costiera sequestra una struttura commerciale.

Quell’immobile a Sant’Isidoro, adibito a uso commerciale, era stato parzialmente realizzato in difformità ai titoli autorizzativi e in violazione delle vigenti norme edilizie/paesaggistiche. È l’ultima scoperta, in ordine di tempo, dei militari dell’Ufficio Marittimo e degli uomini della Guardia costiera di Gallipoli che si sono ‘imbattuti’ nella struttura, durante un’attività di controllo e verifica della marina di Nardò che, però, nell’area marina protetta di Porto Cesareo.

Non solo, era presente anche un muretto con annessa recinzione e un’area di circa 20mq, dove erano state realizzate delle docce. Opere totalmente abusive.

Gli accertamenti hanno permesso, anche, di scoprire l’occupazione abusiva di una porzione di demanio marittimo pari a circa 75 mq sulla quale venivano posizionati tavoli e divanetti per i clienti della struttura. A quel punto, è scattata la misura cautelare del sequestro sulle opere, tutte situate in un’area fortemente tutelata dal punto di vista paesaggistico e ricadente nella zona di riserva integrale dell’Area Marina Protetta.



In questo articolo: