La Guardia di Finanza scopre 750 kg di artifici pirotecnici, scatta il sequestro.  Nei guai due persone

La scoperta a opera dei militari del Nucleo Operativo Pronto Impiego – Baschi Verdi – del Gruppo di Lecce, al termine delle indagini

Nei giorni scorsi, le Fiamme Gialle del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Lecce, nell’ambito dei servizi di controllo del territorio, hanno portato a termine due interventi finalizzati al contrasto agli illeciti in materia di detenzione e vendita di articoli pirotecnici, procedendo al sequestro di 750 Kg complessivi di materiale esplodente.

In questo contesto, al termine di una mirata attività info-investigativa, i finanzieri specializzati del Nucleo Operativo Pronto Impiego – Baschi Verdi – del Gruppo di Lecce, comandato dal Tenente Colonnello Antonio Martina, hanno individuato e sottoposto a sequestro a Monteroni di Lecce oltre 45mila artifizi pirotecnici di varia natura, alcuni dei quali anche di fabbricazione artigianale ad alto potenziale, già pronti per la vendita in occasione delle prossime festività di fine anno.

La presenza di così tanti ‘botti’ verosimilmente non autorizzati ad alto contenuto esplosivo netto, tra l’altro illecitamente stoccati in quanto occultati all’interno di un furgone parcheggiato dentro una fabbrica in disuso attigua a luoghi abitati, ha evidenziato chiari rischi per l’incolumità pubblica.

All’esito dell’individuazione in flagranza di reato di una persona di nazionalità italiana intento al trasporto di parte di questo materiale, i controlli sono stati estesi all’abitazione e ai locali e depositi nella sua disponibilità, all’interno dei quali sono stati rinvenuti circa 7,35 quintali di artifizi, tra i quali, batterie di tubi monocolpo, pluricolpo e fuochi confezionati artigianalmente di grosse dimensioni.

Il secondo sequestro è stato operato dai Baschi Verdi della Compagnia di Otranto nell’ambito di alcuni controlli svolti presso vari esercizi commerciali nel Comune di Poggiardo.

Al termine delle attività sono stati individuati e sottoposti a sequestro quasi 12mila artifizi pirotecnici probabilmente detenuti illecitamente, nei confronti di un rappresentante legale di una società, allo stato, irreperibile.

I responsabili, su disposizione del magistrato di turno sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria per le ipotesi di detenzione, importazione e fabbricazione di materiale esplodente illegale.

Le operazioni condotte dai Reparti dipendenti del Comando Provinciale di Lecce sottolineano la costante attenzione rivolta dalla Guardia di Finanza alla tutela della salute e della sicurezza dei consumatori, oltre che alla prevenzione di comportamenti non in linea con le normative vigenti e quindi suscettibili di ripercussioni per l’ordine e la sicurezza pubblica e per l’incolumità degli operatori di settore, degli utilizzatori finali e dell’intera collettività.