Taurisano, compra un’auto ma scopre che era rubata. Nei guai il venditore

Sempre a Taurisano un ragazzo si è reso protagonista di una “bravata”: ha usato la carta della madre per comprare oltre 600 euro di videogiochi a sua insaputa.

Giornata di controlli a Taurisano dove due persone sono state deferite in stato di libertà. Era lo scorso ottobre quando un uomo del posto ha venduto un’auto ad un acquirente, ignaro di quello a cui andava incontro. Il prezzo pattuito era di 1.500 euro e l’affare avrebbe dovuto chiudersi lì. È in quel momento però che l’acquirente si rende conto di qualcosa che non va.

L’auto che aveva appena comprato, infatti, era rubata. A quel punto non c’è stata altra scelta per la povera vittima: doveva sporgere denuncia. L’uomo è stato individuato dai Carabinieri di Taurisano a seguito delle indagini ed è stato deferito in stato di libertà. L’auto invece, è stata restituita al legittimo proprietario.

Intanto sempre a Taurisano, un ragazzo si è reso protagonista di una “bravata”. Usando la postepay della madre, intestata alla zia, ha speso ben 658 euro in videogiochi senza dire nulla. Tutto ciò all’insaputa della madre che si deve essere insospettita. Il ragazzo è stato deferito in stato di libertà.