“Pizzicato” con cocaina, hashish e marijuana dentro casa. 42enne leccese condannato a 2 anni e 10 mesi

“Pizzicato” con cocaina, hashish e marijuana dentro casa. 42enne leccese condannato a 2 anni e 10 mesi

Arriva la condanna per un 42enne leccese, “pizzicato” agli inizi di luglio, con cocaina, hashish e marijuana in casa. In mattinata, il giudice monocratico Maddalena Torelli ha condannato R.G, con rito abbreviato, alla pena di 2 anni e 10 mesi, al termine del processo per direttisima.

L’imputato, che ha ottenuto le attenuanti generiche, è difeso dall’avvocato Giuseppe Gatti. Il vpo d’udienza Antonio Paladini ha chiesto la condanna a 4 anni.

Il 5 luglio scorso, i militari del Nor – Sezione Radiomobile della Compagnia di Lecce, in via Verona, a Lecce, hanno tratto in arresto in flagranza di reato il 42enne R.G., ritenuto responsabile del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Nello specifico luomo, in seguito a una perquisizione personale e domiciliare, è stato trovato in possesso di 12 grammi di cocaina; 100,04 di hashish; 22 di marijuana; 100 grammi di mannite (sostanza da taglio); materiale per il confezionamento delle dosi e la somma in contanti di 350 euro.

L’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato tradotto agli arresti domiciliari. In seguito il gip Simona Panzera ha convalidato l’arresto è confermato la misura dei domiciliari, dove R.G. si trova tuttora.