Viene colto da malore su una nave da crociera, il pronto intervento della Guardia Costiera evita il peggio

Nonostante le cure del medico di bordo, è stato richiesto l’intervento della Guardia Costiera che ha condotto l’uomo nel porto di Otranto affidandolo ai sanitari del 118

.Brutta disavventura per un turista di nazionalità americana nel pomeriggio di ieri.

L’uomo, infatti, mentre si trovava in vacanza a bordo di una nave da crociera, ha accusato un malore improvviso.

Nonostante le pronte cure prestate dal medico di bordo, queste non sono risultate sufficienti per via della gravità delle condizioni e pertanto il Comandante del natante non ha esitato a contattare la Guardia Costiera. La nave, si trovava a circa venti miglia delle coste leccesi, all’interno delle acque SAR (search and rescue) italiane.

La chiamata, gestita dalla Guardia Costiera di Otranto sotto il coordinamento della Direzione Marittima – Maritime Rescue Sub Center di Bari, ha visto l’immediata attivazione del dispositivo di soccorso, con il contributo del personale medico e sanitario del servizio 118.

Dopo pochi minuti la motovedetta CP 332, salpata dal porto della “Città dei Martiri” con a bordo i soccorritori, ha raggiunto in breve la nave, che era stata dirottata in direzione della città idruntina. Arrivata sotto bordo il mezzo della Guardia Costiera ha proceduto alle delicate manovre d’affiancamento, riuscendo in breve a trasbordare il paziente e a ripartire in direzione Otranto.

Grazie alla tempestività dell’azione di soccorso, nell’arco di un’ora dalla chiamata il turista è stato sbarcato porto e preso in cura dall’ambulanza già presente sulla banchina.



In questo articolo: