Paese che vai, Salento che trovi. Giurdignano, il paradiso della Storia

Fra monumenti medievali e barocchi e un patrimonio megalitico di inestimabile valore, Giurdignano si distingue nel territorio otrantino per la sua importanza a livello storico artistico. Continua il tour di leccenews24 tra i luoghi magici del Salento.

Giurdignano, cuore culturale del Salento, oasi di ristoro dell’anima, centro gravitazionale della storia a sud est. Siamo alle porte di Otranto, in un territorio prezioso dal punto di vista naturalistico e ricco di testimonianze architettoniche ed artistiche. Qui si trova il cosiddetto giardino megalitico d’Italia, uno dei più significativi a livello europeo.

Giurdignano terra di menhir e dolmen, culla di civiltà remote e rifugio di speranze di elevazione spirituale. Tra i monumenti che caratterizzano maggiormente il territorio troviamo il menhir San Vincenzo, uno dei più alti rimasti in terra d’Otranto, che spadroneggia nel centro del paese. A seguire, ma non meno importante, si impone il Palazzo Baronale, di recente restaurato e riportato nel novero dell’offerta culturale dell’area di riferimento. La dimora storica si fa apprezzare per l’ampiezza dei locali interni e per la cura degli interventi di recupero strutturale.

Ad un passo dal castello, la piazza centrale è dominata dalla sontuosa Chiesa Madre della Trasfigurazione del Signore, edificata nella seconda metà del diciottesimo secolo, in periodo tardo barocco.

Ben più antica è la Cripta di San Salvatore, costruita a partire dall’ottavo secolo dell’era cristiana, il monumento è completamente ricavato nella roccia e presenta una pianta a tre navate. Nella seconda metà degli anni 90 la cripta è stata oggetto cci un’accuratissima attività di restauro che ha riportato in evidenza egli antichi ed originali affreschi di epoca bizantina.

Tra le emergenze culturali più importanti del territorio di Giurdignano vi è senza dubbio l’Abbazia delle Centoporte, la cui importanza va ben oltre i confini comunali e provinciali. Si tratta di una basilica risalente ai primi secoli dell’era cristiana, di cui restano soltanto pochi ruderi, riguardanti principalmente le mura perimetrali del tempio.

Tutto questo e molto altro ancora è Giurdignano che grazie anche ad una vivace e dinamica amministrazione comunale negli ultimi anni ha saputo rilanciare la propria immagine sul palcoscenico regionale.

Prosegue insomma il tour di leccenews24 alla scoperta di quelli che abbiamo definito i luoghi magici del Salento: dopo Otranto, Gallipoli, Lecce e le sue marine è la volta della bellissima Giurdignano.



In questo articolo: