Delegazione statunitense in visita a Copertino:’Gemellaggio vuol dire crescita’

Una delegazione statunitense del Comune di Cupertino (negli USA) è giunta per quattro giorni in Salento, a Copertino, per approfondirne bellezze storiche, artistiche, culturali e religiose.

Quattro giorni per approfondire la conoscenza delle bellezze storico artistiche, delle tradizioni culturali, religiose, delle innovazioni scientifiche, delle tradizioni enogastronomiche tipicamente salentine. È questa la sintesi della visita che una delegazione del comune di Cupertino (USA), città dello stato della California situata nel cuore della Silicon Valley, ha effettuato nella gemellata città di Copertino. Artefici di questa iniziativa il sindaco di Copertino, Sandrina Schito, l'assessore alla Cultura, Cosimo Lupo, e il consigliere incaricato nel gestire il gemellaggio, Mauro Valentino.
 
Quattro giorni intensi in cui hanno avuto luogo una serie di attività istituzionali, culturali e sociali tra cui incontri con dirigenti scolastici e imprenditori sull'opportunità di instaurare una proficua partnership basata su reciproche esperienze, nonché accordi di collaborazione e programmi di scambio tra studenti. Non sono mancati momenti dedicati all'approfondimento di diverse tematiche quali l'agricoltura, le tipologie di allevamento di bestiame, l'innovazione e la tecnologia all'avanguardia nel campo della produzione casearia, la ricerca scientifica, le tradizioni culturali, i rapporti commerciali.
 
«Riteniamo che questo del gemellaggio rappresenti un importante e privilegiato momento di crescita per la nostra comunità locale – hanno dichiarato il sindaco Schito, l'assessore Lupo e il consigliere Valentino – un momento di confronto con questi nostri amici d'oltreoceano sulle diverse tematiche fondamento dell’azione amministrativa: dalle scuole alle associazioni, dagli eventi culturali alle risorse naturalistiche, dalle attività produttive alle risorse economiche. Si è ulteriormente aperta quella strada già tracciata con gli avvenimenti che hanno riguardato il gemellaggio nel 2013, ora spetta agli uomini e donne di buona volontà, guidati sempre dalle istituzioni politiche locali, adottare tutte le misure idonee per sfruttare al meglio le tante opportunità di una semina fatta col cuore».
 
La delegazione americana, guidata dal già sindaco per due mandati ed ora consigliere comunale, Mr. Gilbert Wong, si è detta entusiasta per la straordinaria accoglienza e per una intensa programmazione di eventi all'insegna della concretezza e delle potenziali opportunità che entrambe le comunità potrebbero sfruttare.
 
Particolarmente significativo il momento istituzionale nel quale il sindaco Schito ha consegnato una targa a Mr. Wong come anticipazione di cittadinanza onoraria che sarà ratificata a breve nel consiglio comunale. Inoltre, Mr. Wong ha consegnato al consigliere Mauro Valentino le chiavi della Città di Cupertino.  «Un alto riconoscimento onorifico dalla Città di Cupertino – ha detto Valentino – nostra città sorella nonché sede principale di Apple, che mi onora e che dedico ai miei concittadini ed a tutti coloro i quali negli ultimi tre anni hanno dato un prezioso e determinante contributo nella ripresa e nel rafforzamento dei rapporti istituzionali ed umani con la città sorella sita nel cuore della Silicon Valley. Il gemellaggio è una straordinaria opportunità di scambio e di conoscenza, per i cittadini e le aziende che operano in città. Abbiamo vissuto questa occasione con grande partecipazione ed emozione perché la proiezione internazionale della nostra città è il migliore antidoto ad ogni tipo di provincialismo e di chiusura. Tali occasioni sono per noi un momento di grande festa. Ma quest’anno la gioia è stata ancor maggiore, coincidendo la visita con i festeggiamenti in onore del Santo Patrono di entrambe le comunità, San Giuseppe da Copertino».



In questo articolo: