La Stroke Unit del “Vito Fazzi” riconosciuta Centro ‘ORO’ nella gestione dell’ictus

Riconosciuta la qualità con cui, attraverso un monitoraggio costante, vengono registrati punti di miglioramento nella gestione del paziente con ictus.

L’ospedale Vito Fazzi di Lecce si è qualificato come centro ORO, nel quarto trimestre del 2023, nell’ambito del programma ESO-Angels Awards, che riconosce l’eccellenza delle Stroke Unit nella gestione dell’ictus.

I premi ESO-Angels riconoscono la qualità degli ospedali in cui, attraverso un monitoraggio costante, vengono registrati punti di miglioramento nella gestione del paziente con ictus.

“Angels” è quindi un progetto finalizzato ad aumentare le possibilità di sopravvivenza dei pazienti colpiti da ictus e a garantire loro una vita senza disabilità. Dal 2016 si stima che 7,5 milioni di pazienti siano stati curati in oltre 6.000 ospedali Angels in tutto il mondo, tra cui più di 1.400 nuovi ospedali attrezzati per la cura dell’ictus creati grazie al supporto di Angels.

Gli ospedali facenti parte dell’European stroke organization – che inseriscono i dati relativi al trattamento in registri/database pre approvati – vengono automaticamente candidati al premio Angels ESO in base a misure di qualità (tempo di trattamento, tasso di procedure di ricanalizzazione, percentuale di pazienti trattati e poi valutati per presenza di disfagia, terapie farmacologiche in dimissione, beneficio clinico a 3 mesi).

I tempi di trattamento rivestono particolare importanza, in base al principio “Time is Brain” (più tempo passa dall’esordio dei sintomi al trattamento più tessuto cerebrale resta danneggiato): vengono infatti premiati i Centri che realizzano i tempi più brevi dall’ingresso del paziente in Pronto Soccorso all’inizio della terapia trombolitica endovenosa (standard di tempo desiderato 30 minuti) o all’inizio della trombectomia (standard di tempo desiderato 90 minuti).

“Questo riconoscimento non è un ‘semplice attestato’ ma la fotografia di un lavoro quotidiano di clinici esperti, attenti e di grande umanità, unito alla disponibilità di tecnologie diagnostiche e operatorie di ultima generazione. Il Centro è punto di riferimento per l’intera Regione e vede come protagonisti un team di professionisti che garantisce l’eccellenza nel trattamento dell’ictus” ha commentato il Direttore generale di ASL Lecce Stefano Rossi.

Il Reparto di Neurologia e l’Unità semi intensiva – Stroke Unit si trovano al IV piano del Dea Fazzi. Nell’anno 2023 sono state eseguite 238 procedure: 184 trombolisi endovenose, 116 trombectomie meccaniche (rivascolarizzazione endovascolare) e di queste 62 sono combinate (pazienti sottoposti a trombolisi endovenosa e trombectomia).

“Nell’ambito di questo importante progetto, siamo orgogliosi che la nostra UOC abbia ricevuto lo Stato “ORO”. Vogliamo condividere questo riconoscimento con i colleghi del 118 e delle UOC di Neuroradiologia e del Pronto Soccorso del Fazzi, con la logopedista, i fisioterapisti, gli infermieri e gli OSS. È un risultato di squadra di cui siamo estremamente fieri” ha dichiarato Marcella  Caggiula, già Direttore facente funzione della Neurologia del Fazzi.



In questo articolo: