Vuoi le zeppole e le pasticcerie sono chiuse? C’è la consegna a domicilio. Sosteniamo l’iniziativa e…l’economia locale

Dall’appello del forno Schipa di Lecce alle opinioni di tanti pasticceri: perchè permettere che i dolci si possano acquistare nei forni? A ognuno il suo…

L’appello fatto qualche giorno fa dalla famiglia Schipa che gestisce il forno SiSe di viale Taranto ha raccolto molto consenso. Un gesto di grande solidarietà, ma soprattutto di rispetto e grande professionalità. I titolari, in un momento particolare come quello che stiamo vivendo, pur potendo produrre e vendere insieme al pane anche i dolci – e le tradizionali zeppole per chi vuole mantenere viva la tradizione di festeggiare San Giuseppe con quella delizia – hanno scelto di non farlo, per rispetto ai colleghi pasticceri che non vendendo beni di prima necessita sono costretti a stare chiusi (e ad organizzarsi, al massimo, con le consegne a domicilio).

Dopo l’appello, non sono stati pochi i maestri pasticceri che hanno contattato la nostra redazione. Il coro è stato unanime nel plaudire l’iniziativa della famiglia Schipa, ma altrettanto unanime è stata la manifestazione di perplessità in merito alla possibilità per i panifici di vendere, in questi giorni, anche i dolci.

“Alla vigilia della festa del papà e di San Giuseppe viene da pensare a quei guadagni che non entreranno come ogni anno e a quelle attività famigliari – e sono la maggior parte – che dovranno farne a meno” ci hanno detto in tanti.

Nulla questio sull’attività dei panifici, chiamati a produrre pane e simili come sempre per soddisfare la richiesta di un genere di prima necessità. Ma la domanda che ci arriva da più parti è: che senso ha consentire la vendita di prodotti di pasticceria in un forno? Se nelle pasticcerie la vendita è vietata per motivi di igiene e sicurezza, perché la stessa regola non dovrebbe valere anche per la vendita di dolci nei forni?

Non sono pochi gli esercizi che si sono attivati con la consegna a domicilio delle guantiere di paste e pasterelle o delle torte: anche le zeppole di san Giuseppe, nel rispetto della tradizione, possono essere consegnate a casa. “Ma chi richiederà tale servizio se andando a comprare il pane, si possono comprare anche le zeppole? Sarebbe giusto, per far vivere tutti in un momento così difficile, dare a ognuno il suo: il pane dal panificio, le zeppole dalle pasticcerie”.



In questo articolo: