Incuranti delle disposizioni lasciano le abitazioni senza motivo, fioccano oltre 60 denunce

I deferimenti per inosservanza ai dettami del Decreto del Presidente del Consiglio, in tutto il territorio salentino. I controlli a opera dei Carabinieri del Comando provinciale.

Sono giorni durissimi quelli che stanno vivendo i cittadini italiani alle prese con il contagio da coronavirus e impegnative sono anche le giornate degli uomini di tutte le Forze dell’Ordine che sono state messe in campo affinché si rispettino i dettami del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri che impone di allontanarsi dalle abitazioni solo per questioni strettamente necessarie.

Ciononostante in tanti continuano a lasciare le case senza un valido motivo e per questo, a seguito dei numerosi controlli posti in essere dai Carabinieri del Comando Provinciale di Lecce, sull’intero territorio salentino sono fioccate le denunce.

Compagnia di Lecce

Sono state 15 le persone che i militari della Compagnia del Capoluogo, nel territorio di competenza hanno deferito in stato di libertà per inosservanza delle disposizioni del capo del Governo.

Compagnia di Tricase

I colleghi della Compagnia di Tricase, invece, di deferimenti ne hanno effettuati 17 tra le zone di Salve, Presicce-Acquarica, Gagliano del Capo, Corsano, Specchia Tricase Porto e la frazione Ruggiano

Compagnia di Casarano

Tra l’11 e il 15 marzo, invece, all’interno dei territori della propria giurisdizione, i Carabinieri della Compagnia di Casarano, nel corso delle verifiche, hanno deferito in stato di libertà 12 persone trovate fuori dalle proprie abitazioni senza essere in grado di fornire adeguata giustificazione.

Compagnia di Maglie

Le persone deferite nelle zone di competenza della Compagnia di Maglie, invece, sono state 19, alcune si trovavano in giro e sono sono state in grado di fornire una valida giustificazione, mentre altre, hanno fornito motivazioni che, a seguito della verifica sono risultate non veritiere.