74enne muore in ospedale dopo una caduta dalla barella? Disposta l’autopsia. Otto indagati

Sono stati iscritti nel registro degli indagati, come atto dovuto, i nominativi di due medici, quattro infermieri e due O.S.S. del Pronto Soccorso dell’ospedale di Scorrano

Ci sono otto indagati nell’ambito dell’inchiesta sulla morte di un’anziana paziente che dopo essere caduta dalla barella del Pronto Soccorso, sarebbe deceduta a causa di una grave lesione al midollo spinale. Nella giornata di lunedì, il pubblico ministero Maria Vallefuoco conferirà l’incarico per l’autopsia al medico legale Ermenegildo Colosimo.

In vista dell’esame autoptico, intanto, sono stati iscritti nel registro degli indagati, come atto dovuto, i nominativi di due medici, quattro infermieri e due O.S.S. del pronto soccorso dell’ospedale di Scorrano che hanno avuto in cura la paziente, per l’ipotesi di reato di responsabilità colposa per morte in ambito sanitario. Gli indagati potranno nominare un consulente di parte. Stesso discorso per i familiari della vittima, una 74enne di Scorrano, assistiti dagli avvocati Mario Antonio e Mario Blandolino che si affideranno, tra gli altri, al medico legale Ilaria De Fabrizio.

Le indagini hanno preso il via proprio dalla denuncia dei familiari della 74enne che chiedono alla magistratura di fare chiarezza sulle circostanze e sulle cause della morte. E di verificare eventuali responsabilità o negligenze da parte del personale medico e paramedico.

L’anziana signora, come riportato nella denuncia, arriva il 27 giugno al pronto soccorso dell’ospedale di Scorrano, per un controllo a causa di una fibrillazione atriale riscontrata dal suo medico di base. La signora avverte eccessiva sudorazione e i valori della glicemia sono molto alti.

Durante l’attesa, come riportato in denuncia, viene però lasciata da sola sulla barella. Nel pomeriggio viene comunicato alla famiglia che la signora è caduta all’interno del pronto soccorso. I figli in un primo momento non ottengono spiegazioni sull’accaduto, ma poi vengono a sapere che era caduta dalla barella, in attesa di essere sottoposta ad accertamenti medici.

A causa dell’incidente, la 74enne avverte dolori al collo e non riesce a muoversi. Sempre in base a quanto riportato nella denuncia, però, i medici consigliano il rientro a casa e di fare ritorno il giorno successivo per una visita cardiologica. I familiari si rifiutano di firmare le dimissioni e intanto la paziente viene sottoposta ad altri accertamenti.

L’anziana, infatti, a seguito della caduta avrebbe rimediato una lesione del midollo spinale e la frattura della seconda e terza vertebra della cervicale. A quel punto la paziente viene trasferita al reparto di Neurochirurgia del Vito Fazzi per essere sottoposta a risonanza magnetica. Le sue condizioni di salute continuano a peggiorare ed in data 3 luglio l’anziana donna muore in ospedale.



In questo articolo: