Nervoso durante il controllo, nascondeva in auto più di 22 grammi di cocaina: arrestato 63enne di Poggiardo

In auto trovati oltre 22 grammi di cocaina, in casa materiale per il confezionamento delle dosi e una grossa somma di denaro: scattano le manette per un 63enne di Poggiardo.

Fermato durante un controllo, non è riuscito a nascondere il nervosismo. È stato in quel momento che per Damiano Piri,  63enne di Poggiardo sono cominciati i guai. Il comportamento teso avuto davanti alle divise, ha spinto i Carabinieri della stazione locale a vederci chiaro, scoprendo che nascondeva più di 22 grammi di cocaina e il materiale necessario al confezionamento delle dosi. Scattate le manette, per l’uomo si sono aperte le porte del Carcere di Lecce.

I fatti

Tutto è cominciato nella tarda serata di ieri, 24 marzo, quando i Carabinieri della stazione di Poggiardo, durante un controllo della circolazione stradale anche per verificare il rispetto delle regole anti-Covid, hanno fermato il 63enne, già noto come persona dedita allo spaccio di sostanze stupefacenti, mentre si trovava al volante della sua auto. Il comportamento avuto dall’uomo ha “insospettito” i militari che hanno deciso di vederci chiaro. Durante la perquisizione dell’uomo e del mezzo sono spuntati fuori  4 involucri in cellophane. Contenevano complessivamente 22,10 grammi di sostanza stupefacente, cocaina per l’esattezza.

La perquisizione nell’abitazione del 63enne, scattata dopo la prima “scoperta” ha permesso agli uomini dell’Arma di trovare il materiale necessario per il confezionamento in dosi della droga e una consistente somma di denaro in contanti, probabilmente provento dell’attività di spaccio. Il tutto è stato sottoposto a sequestro.

Per il 63enne è scattato l’arresto in flagranza di reato. E una volta concluse le formalità di rito, per lui si sono aperte le porte della Casa Circondariale di “Borgo San Nicola” a Lecce, dove si trova ora a disposizione dall’Autorità Giudiziaria.



In questo articolo: