Venne ‘pizzicato’ con due chili di cocaina e varie armi. 27enne di Monteroni condannato a 8 anni

La sentenza è arrivata al termine del processo con rito abbreviato. Il giovane venne arrestato lo scorso 14 settembre, dopo un blitz mirato dei carabinieri.

Arriva una dura condanna per un giovane “pizzicato” dai carabinieri con due chili di cocaina e varie armi. Al termine del processo con rito abbreviato (consente lo sconto di pena di un terzo), il gup Giulia Proto ha inflitto la pena di 8 anni di reclusione ad Andrea Renis, 27enne di Monteroni.
L’imputato, assistito dall’avvocato Laura Minosi, potrà presentare ricorso in Appello.

Il giovane venne arrestato lo scorso 14 settembre, dopo un blitz mirato dei carabinieri. Le indagini sono state condotte dai militari della Sezione operativa della Compagnia di Lecce che eseguirono una perquisizione con i colleghi della Sezione Radiomobile leccese e del Nucleo cinofili di Modugno.

Nello specifico, il giovane è stato trovato in possesso di 2 chilogrammi di cocaina; materiale per la pesatura e il confezionamento della sostanza; un’ingente somma di denaro contante; un fucile da caccia cal. 12 con la canna mozzata e una pistola scacciacani calibro 8, modificata e resa offensiva.

Il tutto venne posto sequestro per ulteriori accertamenti e per avviare le indagini per stabilire la provenienza della sostanza stupefacente e delle armi.

Renis, al termine delle formalità di rito, venne tradotto presso il carcere di “Borgo San Nicola” a Lecce.



In questo articolo: