Cane gettato dal cavalcavia come spazzatura, taglia di 5mila euro per trovare il responsabile

Dopo aver presentato un esposto in Procura per fare chiarezza, l’Aidaa – Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente – ha messo una taglia per trovare lo ‘sconosciuto’ che ha lanciato dal cavalcavia un cagnolino.

Lo hanno buttato dal cavalcavia come se fosse spazzatura, come un oggetto di cui sbarazzarsi senza pietà. La cattiveria di chi ha gettato via un cane di piccola taglia, lanciandolo da un ponte che si affaccia sulla strada che da Taviano conduce a Matino non può restare impunita, per questo l’Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente ha inviato un esposto alla Procura di Lecce per chiedere che si faccia chiarezza, ma soprattutto per cercare di dare un volto e un nome allo “sconosciuto” (sempre che ad agire sia stata una sola persona) che ha provato a sbarazzarsi di quello che dovrebbe essere il migliore amico dell’uomo.

Se il cucciolo si è salvato è stato solo grazie ad un podista che ha chiesto aiuto senza perdere tempo prezioso. Ha sentito un tonfo, ma ha capito cosa fosse accaduto realmente solo quando ha visto il meticcio tra le sterpaglie, spaventato e ferito, dopo il volo di qualche metro e l’impatto sull’asfalto.

Grazie all’intervento dei volontari e delle Guardie ecozoofile del posto, l’animale gettato via come giocattolo di pezza che non serve più, è stato accompagnato in una Clinica Veterinaria. Non è ancora fuori pericolo, ma i medici stanno facendo di tutto per salvargli la vita.

Non solo, l’Aidaa ha messo una taglia di 5mila euro che verrà pagata a chiunque con la sua testimonianza resa secondo legge nelle sedi opportune permetterà l’individuazione e la condanna definitiva del responsabile o dei responsabili di tale crimine.

L’associazione animalista ha infine lanciato ancora una volta un appello al Parlamento e al Governo affinché si inaspriscano le pene contro i maltrattamenti sugli animali. Al momento è prevista la reclusione da 3 a 18 mesi o una multa da 5mila a 30mila euro per chi non rispetta gli animali. Pene aumentate della metà se il povero cagnolino non dovesse farcela nonostante le cure.



In questo articolo: