Incidente sulla Gallipoli-Leuca: investito da un’auto, ciclista muore sul colpo

Quando l’ambulanza ha raggiunto la statale per il ciclista non c’era più nulla da fare. Inutili i tentativi di rianimarlo.

Non c’è stato più nulla da fare per un ciclista travolto da un’auto mentre stava percorrendo la statale 274 in sella alla sua bicicletta. La tragedia si è consumata sulla Gallipoli-Leuca quando le lancette dell’orologio avevano da poco segnato le 15.30. È il secondo incidente mortale andato in scena sulle strade del Salento nel giro di pochi giorni. Sconosciuta, almeno per il momento, la dinamica dell’accaduto.

Secondo alcune testimonianze, Cristiano Tricarico, tipografo 45enne di Taviano, si trovava sulla “Salentina-meridionale”, a pochi passi dallo svincolo per Lido Pizzo, quando sarebbe stato investito da un’auto che non si è fermata dopo l’impatto, talmente violento che quando un’ambulanza del 118 ha raggiunto il posto indicato nelle chiamate degli automobilisti di passaggio che hanno assistito alla scena, per il ciclista non c’era alcuna speranza. I sanitari non hanno potuto far altro che constatarne il decesso. Le manovre di rianimazione, ultimo tentativo disperato, sono state purtroppo inutili. Troppo gravi le ferite riportate nello scontro come dimostra anche la bici, quasi distrutta.

Sul posto si sono precipitati anche gli uomini delle forze dell’ordine, Carabinieri della Compagnia di Gallipoli e agenti del commissariato della Città Bella, per i rilievi utili a ricostruire l’accaduto e soprattutto a dare un volto e un nome al conducente del veicolo che non si è fermato per prestare soccorso. Il 45enne non era solo: con lui c’era un amico che ha visto tutto.

La fuga del pirata della strada si è conclusa poco dopo. L’uomo, un 66enne, si è costituito. Sarà ascoltato nel tentativo di capire cosa sia accaduto.



In questo articolo: