Massacro di via Montello. Nel computer di De Marco una nuova confessione del duplice omicidio

Sono stati i Ris di Roma a trovare la nuova confessione del giovane studente proprio all’interno del suo computer personale.

“Fino a qualche tempo fa non avrei mai pensato di essere in grado di fare una cosa del genere. Purtroppo, è successo e non si può tornare indietro” , scrive lo studente 21enne.

Una nuova frase, con cui De Marco confessa il duplice omicidio, è stata trovata analizzando il suo computer.

La “scoperta” è stata fatta dai Ris di Roma, a cui è stata affidata una consulenza tecnica per analizzare il materiale informatico del 21enne di Casarano.

Come anticipato ieri da “La vita in diretta”, Antonio De Marco ha scritto al computer, dopo l’omicidio di Eleonora Manta e Daniele De Santis: “Fino a qualche tempo fa non avrei mai pensato di essere in grado di fare una cosa del genere. Purtroppo, è successo e non si può tornare indietro”.

Non solo, poiché sono state ritrovate alcune lettere indirizzate a ragazze che lo avevano rifiutato e mai spedite.

Nei giorni scorsi era venuta a galla invece un’altra frase, sempre ritrovata in un file: “Non fate quello che ho fatto io. Siate forti. Non lasciatevi andare.”.

Intanto, come riportato in un altro articolo, Antonio De Marco potrebbe rendere a breve una nuova confessione, ma questa volta dinanzi agli inquirenti. Il ventunenne di Casarano, studente di scienze infermieristiche, avrebbe dato già la propria disponibilità ad un eventuale nuovo interrogatorio.

Rispetto al primo interrogatorio dinanzi al gip Michele Toriello, caratterizzato da una lunga serie di “non ricordo” e “non so”, il 21enne sarebbe in grado di fornire nuovi dettagli sullomicidio, che potrebbero aiutare a far luce sul movente ancora oscuro.

E nel frattempo, i legali di De Marco sono al lavoro per presentare, tra una decina di giorni, la richiesta di perizia psichiatrica, per accertare la sua capacità d’intendere e di volere al momento dei fatti.



In questo articolo: