Rispetto delle normative anticovid, furto di energia elettrica e guida sotto l’effetto di stupefacenti nel mirino dei Carabinieri

Numerosi i risultati conseguiti dai militari dell’Arma della Compagnia di Casarano nel corso dei controlli nella giurisdizione di competenza.

Nel corso della settimana che va dall’11 al 17 gennaio di quest’anno, nell’ambito della giurisdizione della Compagnia di Casarano, i militari dell’Arma, durante una serie di servizi coordinati di controllo del territorio finalizzati al contenimento della pandemia da covid-19, contrasto ai reati contro il patrimonio, detenzione produzione e traffico di sostanze stupefacenti, controllo di persone sottoposte a limitazioni della libertà e alla circolazione stradale, hanno conseguito una serie di importanti risultati

Casarano

I Carabinieri della Stazione locale hanno deferito in stato di libertà due uomini, poiché a seguito a un controllo effettuato insieme al personale dell’Enel, hanno accertato che, by-passando i contatori delle rispettive abitazioni, si erano allacciati alla rete elettrica sottraendo illecitamente corrente per un importo complessivo di 13.500 euro.

Ruffano

Numerose denunce anche a Ruffano dove, gli uomini della “Benemerita” hanno deferito in stato di libertà: un uomo, che a seguito di un sinistro stradale, sottoposto ad accertamenti, è risultato positivo all’assunzione di sostanze stupefacenti; un uomo, per l’ipotesi del reato di omessa custodia di armi, così come accertato, a seguito di uno specifico controllo, che ha permesso di verificare l’assenza di un fucile regolarmente detenuto; una donna, che dopo un sinistro stradale, sottoposta ad accertamenti,  è risultata positiva al  consumo di bevande alcoliche. Inoltre le è stata ritirata la patente.

Gli altri controlli

Inoltre i militari hanno segnalato alla Prefettura di Lecce 2 giovani per “uso non terapeutico e sostanze stupefacenti”, sanzionato amministrativamente 4 giovani per mancato rispetto normativa anti-covid, controllato 474 mezzi e 571 persone.

Materiale e sostanze stupefacenti sottoposti sequestro, assunti in carico e debitamente custoditi in attesa di essere versati presso l’ufficio corpi reato del tribunale di lecce. Autorità giudiziaria ed amministrativa informate.



In questo articolo: