Coronavirus, positiva la moglie del pizzaiolo contagiato. Negativi i due figli. I casi ‘sospetti’ aumentano

È risultata positiva al coronavirus la moglie del titolare della pizzeria, il paziente 1 di Lecce. Negativi i figli. Accertamenti su altri casi sospetti.

Da giorni, la moglie del titolare della pizzeria positivo al coronavirus aveva la febbre alta e problemi respiratori. La paura, dopo il ricovero del marito, l’aveva spinta a chiedere, a gran voce, che tutta la sua famiglia potesse sottoporsi al tampone. Test eseguito nella tarda serata di ieri. E risultato positivo. La donna che in un lungo sfogo su facebook aveva raccontato la lunga trafila affrontata per conoscere la verità è stata trasferita in Ospedale. I figli – tra cui una bambina piccola – sono negativi e saranno accuditi da alcuni parenti.

In questi giorni, i proprietari del locale a due passi dal centro storico di Lecce erano diventati un bersaglio di accuse e ‘ricostruzioni’ che è impossibile confermare. Come quella di essere stati ‘contagiati’ dai tifosi dell’Atalanta arrivati nel capoluogo salentino per sostenere la squadra nel cuore nella partita in programma al Via del Mare a porte aperte. Scelta che aveva fatto non poco discutere. Ipotesi, impossibili da confermare. E anche se fosse non avrebbero potuto cacciare dei clienti sulla base dell’accento o della provenienza, così come ha spiegato la sorella dell’uomo, sui social.

Non è l’unico caso, come era prevedibile. L’aumento del numero dei contagi era atteso, considerato il lasso di tempo tra il contagio e la comparsa dei primi sintomi. Al momento sono una decina di casi sospetti: due positivi secondondo il risultato del primo test.

Confermata la seconda vittima in provincia di Lecce

Se nel bollettino della Regione Puglia, la stampa era stata ‘invitata’ alla cautela prima di parlare della seconda vittima in provincia di Lecce con il Coronavirus, questa mattina il Governatore Michele Emiliano – sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro – ha confermato il caso del 75enne di Monteroni, positivo al Covid-19. L’uomo è spirato nel reparto di malattie infettive dell’Ospedale di Galatina. dove era stato trasferito dal San Giuseppe di Copertino.

Sarà l’Istituto Superiore di Sanità a stabilire il nesso tra l’infezione da Covid-19 e il decesso quando analizzerà i campioni clinici.



In questo articolo: