16enne violentata a Gallipoli? Spunta un nuovo caso dopo la denuncia della presunta vittima

Gli investigatori sono al lavoro per trovare riscontri al racconto della 16enne, come la testimonianza di un’amica della ragazza

C’è una nuova denuncia su un presunto caso di stupro a Gallipoli su cui indaga la Procura dei Minorenni. Una ragazza 16enne di Roma sarebbe stata stuprata da altri ragazzi conosciuti sul posto. E si è poi presentata nella serata di ieri presso l’ospedale “Sacro Cuore di Gesù” di Gallipoli, per accertamenti medici. Sulla vicenda indagano gli agenti di polizia del locale commissariato di Gallipoli e la Procura dei Minorenni ha aperto un fascicolo d’indagine per violenza sessuale.

In base a quanto denunciato, a ventiquattro ore di distanza dai fatti, la ragazza si trovava in vacanza a Gallipoli con un gruppo di altri minorenni, in compagnia di un tutor messo a disposizione dall’agenzia che aveva il soggiorno. Dopo un’uscita con alcuni altri ragazzi conosciuti sul posto si sarebbe verificato lo stupro. Infatti la ragazza ha riferito di essere stata vittima di un rapporto sessuale non consenziente.

Gli investigatori sono al lavoro per trovare riscontri al racconto della 16enne, come la testimonianza di un’amica della ragazza.

L’altro caso

Intanto, hanno ottenuto i domiciliari e lasciato il carcere i due turisti toscani accusati di avere stuprato una ragazza belga di 20 anni, in vacanza a Gallipoli.

Il gip Alessandra Sermarini, al termine dell’udienza, ha convalidato l’arresto dei due giovani, accusati di violenza sessuale di gruppo. Il giudice ha però applicato la misura cautelare degli arresti domiciliari.

Il giudice, sottolinea, però, nell’ordinanza, come la versione offerta dalla presunta vittima di abusi sia maggiormente plausibile di quella fornita dai due giovani toscani.

 



In questo articolo: