In auto con il cofano pieno di botti di fine anno, 22enne denunciato e sanzionato

Il giovane, insieme a un coetaneo, si era recato in un paese limitrofo a Gallipoli per acquistarli senza avere la licenza. Oltre alla denuncia è scattata la sanzione per aver raggiunto un altro comune senza valido morivo.

Forse sperava di mettersi alle spalle questo 2020 non proprio da ricordare con i consueti botti da sparare allo scoccare della mezzanotte ma, fortunatamente per lui, è stato fermato dalla Polizia e al termine del controllo è scattata la denuncia.

Nel tardo pomeriggio di ieri, gli agenti della Squadra Amministrativa del Commissariato di Gallipoli, Diretto dal Vicequestore Monica Sammati, hanno denunciato un 22enne per aver acquistato, senza averne i requisiti e il titolo autorizzativo, 9 artifici pirotecnici e 2 batterie appartenenti alle categorie di materiale esplodente non di libera vendita.

Da un successivo accertamento, infatti, è risultato che il giovane, fermato e controllato insieme a un coetaneo a bordo della propria autovettura in un comune limitrofo alla “Città Bella”, era sprovvisto di porto d’armi, di nulla osta del Questore e di licenza di fuochino.

Pertanto, tutto il materiale rinvenuto nel cofano dell’auto del giovane, è stato sottoposto a sequestro penale.

Infine, considerato che i due giovani fermati e controllati si sono spostati dal proprio comune di residenza, senza avere una valida motivazione, nei loro confronti è stata elevata la sanzione amministrativa di 533 euro ciascuno, ai sensi dell’attuale Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, in materia di contrasto alla diffusione del covid-19.



In questo articolo: