Evade dai domiciliari e si diverte a suonare ai campanelli delle case, denunciato 43enne di Taviano

Inoltre è stato sanzionato perché trovato in possesso di una piccola dose di cocaina e per non aver rispettato il Decreto sull’emergenza Coronavirus.

Continuano i controlli della Polizia di Stato in città e in provincia per arginare la diffusione del Covid-19.

Il dispositivo predisposto dal Questore della Provincia di Lecce, Andrea Valentino, che prevede l’impiego di diverse pattuglie delle varie articolazioni del Corpo, dislocate su tutto il territorio, ha permesso di procedere al controllo di numerosi cittadini, veicoli ed esercizi pubblici allo scopo di verificare il rispetto, da parte di tutti, del Decreto Legge del 25 marzo che ridefinisce le sanzioni applicabili nei casi di inosservanza delle misure.

Nell’arco delle ultime 24 ore, sono state controllate centinaia di attività commerciali e moltissime persone, il numero di cittadini sanzionati per non aver rispettato le prescrizioni sono state 25.

Nel corso delle verifiche, poi, gli agenti della Squadra Mobile su segnalazione di alcuni cittadini, sono intervenuti in via Cimarosa a Lecce, dove una persona vestita con tuta e giubbotto rosso, disturbava suonando i campanelli delle abitazioni.

Gli agenti intervenuti hanno colto sul fatto l’uomo intento ad armeggiare vicino ai citofoni di un edificio. Il “disturbatore”, alla vista dei poliziotti, ha tentato di giustificarsi dicendo di aver sbagliano edificio.

L’uomo, A.A. 43enne originario di Torre Annunziata, ma residente a Taviano, dal 12 febbraio scorso si trovava in regime di detenzione domiciliare a Lecce presso l’abitazione della compagna, come disposto dall’Ufficio di Sorveglianza del capoluogo, per i reati di associazione a delinquere di tipo mafioso, rapina ed estorsione, commessi a Napoli nel 2007.

Oltre ad essere denunciato per evasione, A.A. è stato sanzionato amministrativamente in quanto, nel corso del controllo, è stato trovato in possesso di 0.49 grammi di cocaina e per non aver rispettato il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri.