In barba al Decreto riceve i clienti nell’esercizio di ristorazione, denunciato il titolare

La denuncia a opera degli agenti del Commissariato di Polizia di Stato di Taurisano. Nell’ambito dei controlli sono state denunciate altre nove persone.

Sono giornate alquanto impegnative quelle che stanno vivendo gli operatori delle Forze dell’Ordine che, senza mai perdere un attimo di vista il quotidiano servizio volto a prevenire e reprimere i reati in genere, sono impegnati nell’assicurare la sicurezza dei salentini attraverso il controllo del territorio affinché si rispettino i dettami dei decreti del presidente del Consiglio dei Ministri per contenere il contagio da coronavirus.

Nell’ambito delle verifiche, gli agenti del Commissariato di Polizia di Stato di Taurisano, al termine di un controllo presso le attività commerciali, hanno accertato che un esercizio di somministrazione di alimenti, anziché operare come consentito con la consegna a domicilio, riceveva i propri clienti presso l’attività. Il titolare, C.C. 24enne, è stato deferito all’Autorità Giudiziaria.

Ma non finisce qui. Durante i servizi su strada nella zona di pertinenza, i poliziotti hanno deferito altre 9 persone, ex art. 650 del Codice Penale (inosservanza dei provvedimenti dell’Autorità). Si tratta di: P.F. di 36enne, M.A. 23enne, C.M. 32enne, P.G. 40enne, D.V.A. 27enne, P.B.S. 28enne tutti residenti nel comune di Taurisano; F.M. 39enne residente a Tuscania in provincia di Viterbo; F.F. di 37enne residente a Ruffano e S.D. 67enne residente a Lecce.