Terremoto politico a Mosca. Si dimette l’ex vicepremier Chubais

L’inviato della Russia alle Nazioni Unite si è dimesso, in dissenso con Putin sull’invasione dell’Ucraina. Chubais gode di enorme influenza sul piano politico interno, ed è stato protagonista del passaggio di potere del dopo Eltsin

Anatolj Chubais, l’inviato russo alle Nazioni Unite per le questioni climatiche, si è dimesso. Troppo forte il dissenso con Mosca per la guerra in Ucraina. Chubais avrebbe già lasciato la Russia verso una località segreta, per ragioni che tutti possono comprendere.

La sua volontaria uscita di scena costituisce la defezione di maggiore peso politico tra quelle subite fino a oggi da Putin, perché Chubais, dopo essere stato tra i più stretti collaboratori di Boris Eltsin, ha ricoperto anche l’incarico di vice presidente di Putin.

Le dimissioni sono state confermate dal portavoce del Cremlino Dimitri Peskov, e accolte con grande imbarazzo dai principali protagonisti del governo russo.