Finiscono in carcere due rapinatori seriali di supermercati

Gli Agenti del Commissariato di Polizia di Galatina hanno dato esecuzione all’ordine di custodia cautelare di due soggetti del posto già noti alle Forze dell’ordine. Le accuse sono relative alla commissione di numerose rapine messe in atto ai danni di vari esercizi commerciali.

Hanno posto in essere una serie di rapine ai danni di attività commerciali su tutto il territorio,  seminando panico e terrore per molto tempo. Finisce oggi con l’apertura delle porte del carcere l’attività illecita di due soggetti di Galatina, Luigi Panico, di 37 anni e Simone Luceri, di 38 anni, entrambi abbondantemente noti alle Forze dell’ordine.
 
A carico dei due vi erano gravi indizi di colpevolezza in ordine a diverse rapine a mano armata, effettuate in concorso tra loro e con altri complici che, però, ad oggi ancora non sono stati identificati. La banda prendeva di mira prevalentemente supermercati ed ora i due arrestati dovranno rispondere di  ricettazione, danneggiamento a seguito di incendio, porto e detenzione abusiva di armi in luogo pubblico.

Il Sostituto procuratore Licci, sulla scorta dei numerosi accertamenti effettuati a seguito di laboriose e complesse indagini portate avanti dal personale del Commissariato di Galatina, ha avanzato richiesta della custodia cautelare per entrambi i soggetti ed il Giudice per le Indagini Preliminari Antonia Martalò ne ha accolto tutte le richieste. I due galatinesi sono quindi finiti in carcere.

I fatti contestati sono: rapina a mano armata in concorso a danno del Supermercato “Eurospin” di Sogliano Cavour il 21 marzo scorso; rapina a mano armata in concorso ai danni del Supermercato “PENNY” di S. Cesario di Lecce qualche giorno dopo, seguita poi, a distanza di poco tempo, dalla rapina al vicino distributore di carburanti “Apulia Carburanti” ubicato a S. Donato di Lecce. A seguito della commissione delle due rapine è stato poi distrutto con le fiamme il veicolo ricettato e fin lì utilizzato per la commissione dei reati.
 
Ma il curriculum dei due non finirebbe qui dato che risponderebbero anche di rapina a mano armata in concorso in danno del Supermercato “MD” di Aradeo nel mese di aprile; di rapina a mano armata in concorso in danno del Supermercato “DOK” di Sogliano Cavour il 16 maggio scorso; di rapina a mano armata nuovamente in danno del Supermercato “DOK” di Sogliano Cavour a Giugno. L’ultimo episodio è avvenuto a Luglio ai danni del Supermercato “CONAD CITY” di Galatina.
 
Gli inquirenti ritengono che i due possano aver consumato ulteriori rapine per le quali sono ancora in corso indagini.
 
Il gruppo agiva seguendo sempre lo stesso copione: prendevano di mira l’attività commerciale di turno utilizzando lo stesso veicolo, in particolare i vecchi modelli di Fiat Uno.  In base alle stime delle Forze di Polizia, i malviventi avrebbero fatto complessivamente bottino per  12mila euro.
 
L’indagine si è sviluppata principalmente sulla scorta dell’analisi delle immagini dei circuiti di videosorveglianza e a seguito di perquisizioni personali e domiciliari eseguite nei confronti dei soggetti, durante le quali sono stati rinvenuti addosso o dentro casa oggetti e abbigliamento indossato durante la rapina.



In questo articolo: