Ruba una bicicletta e scappa, incastrato dalle telecamere un ladro ‘specializzato’ in furti a due ruote

Ha rubato una bicicletta, l’ennesima, ma lo ha fatto a favor di telecamera. Trovato sulla statale dai Carabinieri che si erano messi sulle sue tracce.

Ha rubato una bicicletta ed è fuggito via, pensando di averla fatta franca come era accaduto in passato. Questa volta, però, all’ostinato ladro è andata male. Incastrato dai filmati delle telecamere di videosorveglianza installate sulla “scena del crimine” è finito nei guai. Tant’è che ora Mirko Capone, 41enne di Melissano, dovrà difendersi dall’accusa di furto aggravato.

I fatti

Tutto è cominciato dalla segnalazione di un furto avvenuto a Patù: qualcuno aveva portato via una bicicletta. I carabinieri della stazione di Castrignano del Capo si sono messi subito al lavoro e con l’aiuto dei colleghi di Salve sono riusciti a chiudere il cerchio.

Gli uomini in divisa sono riusciti ad arrivare al 41enne, arrestato in fragranza di reato, grazie alle telecamere installate sul luogo del misfatto che avevano ripreso la scena. È bastato guardare le immagini per riconoscere nei frame l’uomo, diciamo un ‘esperto’ delle due ruote a pedali.

A quel punto, con la ‘prova regina’ in mano, sono scattate le ricerche con i militari della stazione di Salve. La svolta è arrivata grazie ad un’intuizione. I Carabinieri hanno provato ad immaginare la via di fuga utilizzata dal ladro. Detto, fatto.

Quando lo hanno trovato, a circa 10 km di distanza, era ancora in sella alla bicicletta. Stava percorrendo la strada statale 274, in direzione Gallipoli, a pochi metri dallo svincolo Presicce-Acquarica.

Accompagnato in caserma, per il 41enne i guai sono continuati. È stato riconosciuto come l’autore di un altro furto di bicicletta, avvenuto pochi giorni fa, il 21 magio. Ma non è finita, perché gli uomini dell’Arma continueranno le indagini per appurare se sia responsabile anche di altri furti analoghi avvenuti in passato.

Una volta concluse le formalità di rito, l’uomo è stato accompagnato a casa, dove dovrà restare agli arresti domiciliari.



In questo articolo: