Incastrato dalle telecamere, 30enne accusato di rapina

E’ stato arrestato il presunto autore di due rapine avvenute a Copertino a febbraio. Le indagini dei carabinieri hanno permesso di catturare il presunto rapinatore che nelle prossime ore verrà sentito dalle autorità competenti.

Il presunto rapinatore è stato arrestato dai carabinieri del posto grazie ai filmati delle telecamere di videosorveglianza presenti nei luoghi delle rapine

Le indagini dei Carabinieri della Tenenza di Copertino hanno portato in un’unica direzione, tanto da arrivare all’arresto, in esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare, del presunto rapinatore di due esercizi commerciali. Il responsabile sarebbe Antonio Cirfera, 30enne del luogo, accusato di essere l’esecutore di due rapine, avvenute a febbraio scorso, in un negozio di abbigliamento ed una pizzeria, per un bottino di 1.300 euro.

In entrambi i casi, nelle ore serali, un soggetto a volto coperto, armato di coltello, era entrato nei due esercizi commerciali ed aveva portato via l’incasso, scappando a bordo di un’autovettura. In uno dei due casi, però, la targa della macchina era stata riconosciuta e quindi, da lì, erano iniziate le indagini dei militari.

L’autovettura non risultava oggetto di furto, seppure il proprietario non sapesse dove fosse finita. Ulteriori accertamenti hanno permesso di individuare Cirfera quale possibile autore, analizzando i filmati degli impianti di videosorveglianza anche delle telecamere installate sulle vie di fuga. Il 30enne ora è sottoposto ai domiciliari.



In questo articolo: