Incendio a San Cataldo, il ‘grazie’ agli eroi che lottano contro il fuoco

Sono ore drammatiche per San Cataldo, dove si lavora senza sosta per domare le fiamme. La marina è stata evacuata e la Croce Rossa ha allestito un presidio sanitario anche per i soccorritori

Purtroppo non è un caso eccezionale. Scene drammatiche come quelle che provengono da San Cataldo sono più “comuni” di quanto si possa pensare. Si tende a dimenticare che le immagini delle fiamme che avvolgono e distruggono tutto si ripetono quasi sempre ogni estate, come un copione imparato a memoria, ma a cui non ci si abitua mai. Sono ore dolorose per la marina di Lecce, evacuata per consentire ai Caschi Rossi di domare il fuoco con l’aiuto dei Canadair e delle autobotti, mentre la Croce Rossa ha allestito un presidio sanitario assistere e aiutare soccorritori turisti, residenti, invitati ad abbandonare le abitazioni dopo aver staccato le forniture di luce e gas e aver chiuso porte e finestre.

«Ringrazio quanti già da ore stanno combattendo con le fiamme, sull’origine delle quali le forze dell’ordine sono già impegnate a fare luce. Con la collaborazione di tutti sono certo che riusciremo a domare le fiamme e a superare questo momento difficile nel minor tempo possibile», ha dichiarato il sindaco Carlo Salvemini che ha raggiunto San Cataldo, dopo aver partecipato al coordinamento dei soccorsi, la cui sede è stata stabilita presso la Prefettura di Lecce.

Anche il deputato leccese di Fratelli d’Italia Saverio Congedo ha voluto rivolgere un grazie ai Vigili del fuoco, alle Forze dell’Ordine, ai volontari e alla Protezione Civile che non si sono mai fermati per tentare di contenere gli incendi, divampati in zona Campo Verde e zona Villaggio Adriatico, mentre il terzo, in zona Poligono, è stato spento. Il pensiero va inevitabilmente a ciò che il fuoco distruggerà: alberi, piante, auto, abitazioni, stabilimenti. E il vento forte che soffia da sud sta rendendo tutto ancor più complicato. «Questi nostri eroi moderni – ha dichiarato Congedo – si stanno adoperando per circoscrivere le fiamme e salvare vite umane. A loro va il mio profondo ringraziamento»

Un pensiero è stato espresso anche dal presidente del Gruppo consiliare di Forza Italia, Paride Mazzotta. «Sono ore terribili a San Cataldo di Lecce, con le fiamme che ancora attanagliano case, attività e lidi balneari e divorano la macchia mediterranea: sono profondamente colpito e voglio esprimere la mia vicinanza a tutti i cittadini coinvolti. Sono eventi drammatici nei quali le istituzioni devono far sentire forte il supporto alle popolazioni colpite. Ringrazio i vigili del fuoco, gli operatori dell’Arif e della protezione civile, i carabinieri forestali e la Croce Rossa per l’enorme lavoro che stanno portando avanti per domare le fiamme e ripristinare un clima di serenità».