Rispetto delle norme anti-covid nei palazzi di giustizia. Ispettori del ministero per tre giorni a Lecce

Gli ispettori arriveranno domani mattina alle 8 e rimarranno altri due giorni per acquisire una serie di documenti e per effettuare un sopralluogo nelle sedi del tribunale penale e civile.

Inizierà domani l’ispezione del Ministero della Giustizia, per verificare la corretta attuazione della normativa anti-covid. Gli ispettori arriveranno domani mattina alle 8.00 e rimarranno altri due giorni per acquisire una serie di documenti e per effettuare un sopralluogo nelle sedi del tribunale penale e civile. L’ispezione interesserà anche gli uffici della Procura di Lecce.

Come sottolinea il Presidente del Tribunale di Lecce, Roberto Tanisi: “Si tratta di un’attività di routine disposta a livello nazionale. Io ho già messo a disposizione degli ispettori quattro faldoni riguardanti l’attività ed i provvedimenti del tribunale nell’attuazione delle misure di contrasto al covid”. Ed il Presidente specifica che: “L’ispezione è stata stabilita già da alcuni giorni. E non riguarda soltanto Lecce, ma anche altri tribunali italiani. Nei giorni scorsi, gli ispettori si sono, ad esempio, recati a Taranto ed hanno effettuato la medesima attività di routine, presso la sede del Tribunale. Dunque, continua il Presidente, “l’ispezione che si svolgerà dal 2 al 4 dicembre non ha attinenza con i 18 casi dell’ufficio gip, da verificare con i tamponi molecolari”.

Il Presidente Tanisi comunica che i tamponi rapidi, eseguiti su altri 10 componenti dell’ufficio Gip hanno dato esito negativo e si attende nei prossimi giorni il risultato dei test molecolari. E come riferito in un altro articolo, intanto, l’Ordine degli Avvocati chiede il rinvio di tutte le udienze penali fissate in settimana fino al tracciamento definitivo degli eventuali casi di contagio.

Nel frattempo, rimane chiuso l’ufficio gip e verrano celebrate soltanto le udienze di convalida con detenuti e in modalità “da remoto”.



In questo articolo: