Rubano uno zaino e un marsupio da un’auto parcheggiata a ‘Le due sorelle’, nei guai due bitontini

Non solo, i due ladri finiti nei guai. A Torre dell’Orso gli uomini in divisa hanno trovato diversi capi di abbigliamento con marchi contraffatti

Grazie alle telecamere di videosorveglianza che hanno ripreso il colpo, i Carabinieri della stazione di Melendugno, insieme agli uomini della radiomobile, sono riusciti a dare un volto e un nome ai due ladruncoli che si erano impossessati di uno zaino e un marsupio, lasciati all’interno di una Renault Modus parcheggiata a pochi passi dallo stabilimento balneare “Le due sorelle”.

Pensavano di averla fatta franca i ‘mano lesta’, ma così non è stato. Concluse le indagini, due 36enne residenti a Bitonto sono stati deferiti in stato di libertà: si tratta di R.P. e A.S., entrambi della cittadina, in provincia di Bari.

Come ripreso dagli occhi elettronici i due, il giorno prima di finire nei guai (quindi ieri, 28 luglio) avevano asportato gli oggetti dalla macchina parcheggiata nei pressi del lido. La perquisizione veicolare sulla Clio in uno ad uno dei giovani ha permesso agli uomini dell’Arma di ritrovare lo zaino rubato che è stato restituito al legittimo proprietario. L’Autorità Giudiziaria è stata informata dell’accaduto.

Controlli a Torre dell’Orso

Sempre i Carabinieri della stazione di Melendugno, insieme ai colleghi di Lecce principale, della radiomobile e agli agenti della Polizia locale della cittadina guidata dal sindaco Potì, hanno acceso i riflettori a Torre dell’Orso, per un servizio finalizzato a combattere l’illegalità nelle località turistiche.

Proprio durante un ‘giro’ di controllo sono state rinvenute 29 paia di scarpe, 14 giubbotti, 8 magliette e 6 pantaloncini con marchi contraffatti. Erano nascosti sotto pontile, nelle vicinanze della pineta. La merce, ovviamente, è stata sequestrata mentre gli accertamenti sono ancora in corso per tentare di risalire al propretario dell’abbigliamento ritrovato.



In questo articolo: