Andava a ballare mentre era in malattia, Sgm licenzia ausiliario del traffico

Insospettiti dalle numerose assenze del dipendente, la società si è rivolta ad una agenzia investigativa per smascherare l’imbroglio.

La sua passione per il ballo deve essere stata più forte di tutto, tanto da spingerlo a mettere a rischio il proprio posto di lavoro. Ad essere licenziato è stato un ausiliare del traffico di Sgm, che chiedeva giorni e giorni di malattia per andare a ballare in vari locali. 

La società a gestione multipla, partecipata dal Comune di Lecce, deve sicuramente essersi insospettita a causa delle numerose assenze del suo dipendente. Se a pensare male non si sbaglia mai, questo sembra proprio uno di quei casi in cui il dubbio era più che fondato. 

Fortemente insospettiti dalla condotta dell’uomo, che aveva accumulato un alto numero di assenze, Sgm si sarebbe rivolta ad una agenzia investigativa che ha messo in moto le indagini private. I sospetti nutriti dalla società erano più che fondati, l’uomo andava a ballare mentre era in malattia. E non era un caso che il maggior numero di giorni passati fuori da lavoro fosse proprio in estate, il periodo dell’anno in cui più spesso si pensa al divertimento. 

Ma non finisce qui. Una seconda occupazione lavorativa, sebbene saltuaria, è emersa dai controlli. Oltre a ballare in diversi locali, l’ormai ex ausiliario del traffico lavorava anche come addetto alla sicurezza. La questione, arrivata davanti al Giudice del Lavoro, si è risolta con il licenziamento dell’uomo 



In questo articolo: