Si schianta con la moto contro un muretto, 36enne perde la vita. Dramma alla “curva della morte”

Terribile incidente sulla provinciale Casarano-Ugento. A perdere la vita è un operaio 36enne che si è schiantato con la moto contro un muretto a secco.

È conosciuta da tutti come la «curva della morte» per aver fatto da teatro a numerosi incidenti stradali, alcuni fatali. Anche questo pomeriggio, il tratto “incriminato” sulla strada provinciale 72 che da Casarano conduce a Ugento si è macchiato di sangue.

A perdere la vita è Luca Cavallo, operaio 36enne di Casarano. Secondo una prima ricostruzione dell’accaduto, il giovane si trovava in sella alla sua Kavasaki Ninjia, quando ha cominciato a sbandare pericolosamente. Impossibile sapere, almeno per il momento, cosa gli abbia fatto perdere il controllo del mezzo. Fatto è che la moto, impazzita, ha terminato la sua corsa contro un muretto, in un terreno che costeggia la provinciale. Un urto violento che non gli ha lasciato scampo.

Qualcuno, forse qualche automobilista di passaggio, ha attivato la macchina dei soccorsi, ma quando i sanitari del 118 hanno raggiunto il luogo del sinistro non c’era più nulla da fare. Il cuore del 36enne aveva già smesso di battere. Probabilmente è morto sul colpo.

Sul posto si sono recati gli uomini della Polizia locale per i classici rilievi di rito. Toccherà a loro tentare di ricostruire la dinamica dell’incidente che non ha coinvolto altri veicoli. La moto, che aveva tutti i documenti in regola, è stata sequestrata per gli accertamenti dall’Autorità Giudiziaria che non ha ‘trattenuto’ la salma del 36enne per eventuali esami, ma l’ha restituita alla famiglia, distrutta dalla terribile notizia.

Un dramma, l’ennesimo per il Salento. Tre mesi fa, sulla stessa strada, si era consumato un altro terribile incidente in cui perse la vita una giovane mamma.



In questo articolo: