I carabinieri ricostruiscono l’attività di spaccio con gli sms, un 38enne finisce ai domiciliari

Le violazioni sono costate i domiciliari anche ad un 52enne di Trepuzzi che non ha rispettato il divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati da una donna ed il Carcere ad un 54enne di Lecce.

I Carabinieri della stazione di Surbo hanno bussato alla porta di un 38enne del posto, A.R. le sue iniziali, stringendo tra le mani un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Tribunale di Lecce su richiesta della locale Procura della Repubblica. Per l’uomo è scattato l’arresto perché le indagini degli uomini in divisa hanno documentato, nel mese di gennaio, diversi episodi di spaccio. Più di un sospetto. La conferma è arrivata anche dall’analisi della messaggistica istantanea acquisita in occasione dell’arresto in flagranza di reato dello stesso.

Una volta concluse le formalità di rito, il 38enne è stato riaccompagnato presso la sua abitazione, dove dovrà restare in regime di arresti domiciliari. L’Autorità Giudiziaria è stata informata dell’accaduto.

Domiciliari anche per un 52enne di Trepuzzi, rintracciato e arrestato dai militari della stazione locale. Anche nei suoi confronti è stata emessa dal Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Lecce una ordinanza di custodia cautelare degli arresti domiciliari. Il provvedimento è scattato a causa delle sue ‘violazioni’ documentate dagli uomini dell’Arma. In poche parole, non ha rispettato il divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati da una donna, notificato all’uomo il 10 dicembre 2020. Come detto, una volta concluse le formalità di rito anche il 52enne è stato riaccompagnato a casa, dove trascorrerà gli arresti domiciliari.

Si aprono le porte del carcere, invece, per un 54enne di Lecce. Sono stati i militari del n.o.r. – sezione radiomobile, a consegnargli l’ordinanza di aggravamento della misura degli arresti domiciliari con la custodia cautelare in carcere, emessa dalla corte appello di Lecce. Anche in questo caso, il provvedimento è scaturito dalla richiesta di aggravamento della misura per accertate violazioni delle prescrizioni imposte.

Arrestato, espletate formalità di rito, è stato accompagnato presso la casa circondariale di Taranto.



In questo articolo: