Sfondano la vetrata e rubano i capi di alta moda. A Novoli sfuma il colpo alla stazione di servizio

Nel mirino probabilmente della stessa banda sono finiti un negozio di alta moda a Veglie e una stazione di servizio a Novoli, ma in questo caso il colpo è sfumato.

pattuglia-carabinieri-notte

È caccia agli autori di due colpi, uno riuscito e l’altro solo tentato, avvenuti entrambi nel nord Salento. È probabile che a prendere di mira un negozio di alta moda a Veglie e una stazione di servizio a Novoli sia la stessa banda, ma toccherà agli uomini in divisa tentare di ricostruire quanto accaduto nel cuore della notte.

Il primo episodio si è verificato in Largo Parco delle Rimembranze, dove una banda ha preso di mira il negozio “Kermesse 1960”.  Stando a quanto ricostruito, i malviventi hanno sfondato con una mazza ferrata la porta a vetri facendo razzia di capi di abbigliamento. Il danno, ancora in corso di quantificazione, è consistente. Alla merce (non è ancora stato stilato l’elenco degli indumenti che mancano all’appello) tocca aggiungere il costo della riparazione alla porta dell’esercizio commerciale.

I malintenzionati sono riusciti a fuggire via con il bottino in mano, nonostante il sistema d’allarme abbia richiamato sul posto, nel giro di pochi minuti, i vigilanti di un istituto privato e le forze dell’ordine che ora indagano sull’accaduto.

Poco dopo è toccato ad una stazione di servizio di Novoli. Le lancette dell’orologio avevano da poco segnato le 3.00 quando il distributore è stato preso di mira, ma in questo caso il colpo è sfumato grazie anche all’intervento di una guardia giurata, richiamata dall’antifurto che è scattato probabilmente quando hanno tentato di accedere al locale mandando in frantumi il vetro di una porta. I malviventi sono fuggiti via, prima di essere beccati, a mani vuote.

A fare pensare che sia la stessa banda è il modus operandi utilizzato sia nel colpo di Veglie che in quello di Novoli.



In questo articolo: