Dal campo di calcetto agli spogliatoi, dalle tribune alle gradinate: tutto abusivo. Scatta il sequestro

A Scorrano le opere abusive, il cui valore è stimabile per difetto in € 500mila euro sono state sottoposte a sequestro, compreso il campo da gioco e le tribune; il titolare deferito in stato di libertà.

Un complesso sportivo all’avanguardia per una realtà importante come Scorrano…ma interamente abusivo.

È questo quello che hanno appurato i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Maglie e della locale stazione, a conclusione di puntuali accertamenti.

Ad essere deferito in stato di libertà un uomo del posto (R. A. G. le sue iniziali), titolare della struttura che viene considerato responsabile del reato di esecuzione di opere edili abusive.

Il sopralluogo degli uomini dell’Arma, dopo gli accertamenti, ha sancito che tutto l’impianto sportivo, il cui valore è stimabile per difetto intorno ai 500mila euro, era stato realizzato senza alcun permesso per costruire.

Così sono stati posti i sigilli e sequestrati:

– il campo da calcetto in erba sintetica di 160 mq., comprese le panchine, l’impianto di illuminazione, la recinzione metallica e la rete di copertura;

– gli spogliatoi, divisi in due ambienti per complessivi 57 mq, insieme alle docce, ai servizi igienici e a tutti gli arredi;

– il bar munito di bancone, con copertura in legno a tetto spiovente delle dimensioni di 93 mq;

– due locali utilizzati come magazzino in legno e muratura di complessivi 22 mq.;

– il locale per il deposito dell’acqua, anch’esso in muratura delle dimensioni di 9 mq.;

– due gradinate con base in muratura e sedute in cemento delle dimensioni rispettive di 1.10 m. x 2.10 m. ciascuna.

Ma non finisce qui. In queste ore sono in corso ulteriori accertamenti per verificare la regolarità di altri impianti presenti nel circolo sportivo.



In questo articolo: